SULLA INFINITEZZA

Leone d’Argento a Venezia, vincitore di 1 European Film Award, 1 Guldebagge Award, 1 Dublin International Film Festival Award, acclamato a Cologne, Seville e al Luxembourg, City Film Festival
Drammatico (Svezia/Germania/Norvegia/Francia, 2019); Regia: Roy Andersson (Leone d’Oro e Leone d’Argento a Venezia, Premio della Giuria a Cannes); Cast: Leslie Leichtweis Bernardi, Ania Nova, Martin Serner; Durata: 78’

Una sovrapposizione poetica di quadri che catturano momenti di vita. Alcuni dei personaggi ritratti sono Adolf Hitler, una direttrice marketing, una donna che ama lo champagne e un prete. La narrazione è guidata dalla voce calda di una donna, una sorta di Scheherazade (delle Mille e una notte) che racconta la storia dell’umanità e invita gli spettatori a riflettere sulla preziosità e la bellezza della nostra esistenza.  Ode e lamento al tempo stesso, “Sulla infinitezza” è un caleidoscopio di tutto ciò che è umano, una storia infinita sulla vulnerabilità dell’esistenza.