INCONTRO CON IL REGISTA MARCO PROSERPIO E IL RAPPER EMANUELE FRASCA (NOYZ NARCOS) PER DOPE BOYS

INCONTRO CON IL REGISTA MARCO PROSERPIO E IL RAPPER EMANUELE FRASCA (NOYZ NARCOS) PER DOPE BOYS 2021-12-18T22:30:00-00:00

Sabato 18 Dicembre alle 22.30 al Nuovo Cinema Aquila

INCONTRO CON IL REGISTA MARCO PROSERPIO E IL RAPPER EMANUELE FRASCA (NOYZ NARCOS)
PER
DOPE BOYS

 Saranno anche presenti Corrado Ferrarrese (Gel) e Marco De Pascale (Metal Carter) del Truceklan, Andrea Ambrogio (Gemello) dei Truceboys e Armando Sciotto (Chicoria). Il documentario – prodotto da Thaurus, Illmatic e Mutiny, in collaborazione con Believe Music Italia e distribuito da Illmatic – è presentato nell’ambito di I-MAGO URBIS, iniziativa realizzata dalla Cinema Mundi Cooperativa ONLUS con il contributo di REGIONE LAZIOIl film sarà programmato anche il giorno successivo, Domenica 19 Dicembre alle ore 17.00.

Questa è una storia che inizia a Roma e che da “Accattone” di Pasolini arriva fino alla Golden Age del rap italiano passando per “Amore tossico” di Claudio Caligari, la grande stagione dei rave e il ritorno della borgata. Noyz Narcos è il rapper più importante mai uscito da Roma, ma non è un rapper come tutti gli altri e non può essere raccontato come tutti gli altri. La sua musica e le sue rime, apparentemente dirette e persino brutali, sono in realtà piene di sfumature, strati e dettagli che vanno dal cinema di genere al metal, dalla cultura alta a quella bassa, dal citazionismo estremo all’attualità. In tutto questo Noyz è riuscito, forse più di chiunque altro in Italia, a creare mondi e a costruire un personaggio che, nella migliore tradizione – del rap come della letteratura classica – rappresenta la sua opera più riuscita. Per quasi venticinque anni il rapper romano – prima che esistesse Noyz Narcos, prima del Truceklan, prima di tutto – ha ripreso ogni momento della propria vita con una camera miniDV e cassette, i momenti che vedremo e quelli che non si possono vedere, quasi sapesse che un giorno non troppo lontano, dopo un percorso che ha del leggendario, sarebbe arrivato il momento di raccontare questa storia. Non un racconto in prima persona bensì un racconto corale che, attraverso le voci di chi ha condiviso chilometri, rime e birre insieme a lui, da Roma a Milano e ritorno, racconta la storia, la carriera, la poetica e l’epica del Last Man Standing del rap della Capitale. Colui che, nelle parole di uno dei contributor del film, “rappresenta un altro modo di farcela”.

“Il rap nei primi 2000, per noi giovani punk dell’hinterland milanese, erano i Beastie Boys e una manciata di altri nomi al di là dell’oceano legati al lato più veritiero del movimento. Poi arrivò il Truceklan e si impossessò quotidianamente dei nostri cd player.” E’ lo stesso Marco Proserpio a raccontare la genesi del suo ultimo lavoro. “Noyz Narcos su tutti rappresentava per noi quello che cercavamo all’epoca nel punk, nell’underground (fa sorridere dirlo solo 20 anni dopo), nel farcela alla propria maniera. Un artista che potevi aver visto decine di volte dal vivo nel corso degli anni, incrociato in qualche bar poco raccomandabile, di cui potevi conoscere a memoria ogni barra ma che alla fine della serata scompariva sempre in una nube di fumo. Fast forward 20 anni e sono nell’ufficio di Propaganda con Andrew e Noyz Narcos che mi porgono una scatola di cassette mini dv che Emanuele Frasca aka Noyz Narcos ha filmato nel corso di questi 20 anni. Autodocumentando la creazione di un personaggio che dalla sua cameretta è arrivato ai concerti sold out, ai dischi d’oro, ma anche a cose più importanti, essere al top in questo gioco, senza mai essere essere sceso a compromessi. Il documentario mischia una selezione di queste oltre 50 ore di footage inedito con immagini in 16mm e digitali realizzate nell’ultimo anno, durante la creazione del suo ultimo lavoro: Virus. In queste riprese quasi mai Noyz Narcos si rivolge alla camera, al contrario è sempre la camera a spiarlo silenziosamente, cercando di sparire, documentando senza interagire il processo creativo di questa leggenda della musica italiana.”

Il prezzo del biglietto è di 10 Euro.

  • ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Iscriviti alla nostra Newsletter

  • Non si accettano più GROUPON

Film di oggi: 22/01/22

In programmazione

Prossimamente

Presto in sala