ASPROMONTE – LA TERRA DEGLI ULTIMI + ELIAS

ASPROMONTE – LA TERRA DEGLI ULTIMI + ELIAS 2020-02-25T21:10:00-00:00

Martedì 25 Febbraio alle 21.10 al Nuovo Cinema Aquila Mimmo Calopresti – alla presenza del produttore Chef Rubio, del regista Brando Bartoleschi e del direttore di produzione Gabriele Efrati – presenta il corto ‘Elias‘, in testa al suo ‘Aspromonte-la terra degli ultimi’.

A grande richiesta torna nella sala del Pigneto il film indipendente campione d’incassi: tutti i martedì di Febbraio ‘Aspromonte-La terra degli ultimi’ verrà presentato dall’autore e preceduto da un cortometraggio selezionato da Calopresti stesso. Il 25/2 sarà il turno di ‘Elias’ di Brando Bartoleschi, prodotto da Chef  Rubio. Saranno presenti l’autore, il produttore e il direttore di produzione per un saluto al pubblico in apertura di proiezione. Quella del 25 Febbraio sarà l’ultima occasione pe vedere il film di Calopresti nella sala del Pigneto.

ELIAS

Regia: Brando Bartoleschi
Con: Rivaldo Cizmic, Michelle Cizmic, Armando Cizmic
Durata: 11’

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=FRTR-pKULqE

SINOSSI

Elias è un bambino rom di 10 anni che vive in un campo nomadi ai piedi della tangenziale. Un giorno tornando da scuola si imbatte in altri bambini del campo che stanno torturando un cucciolo di pastore tedesco rubato alla polizia. Il bambino li sfida con coraggio e per salvare il cucciolo si batte con il capo della banda rimanendo ferito ad un occhio. Un salto temporale ci porta 10 anni avanti, la location è la stessa ma tutto è cambiato.Sotto la tangenziale al posto del campo rom sorge una location industriale adibita a discoteca underground. Elias è un piccolo criminale che spaccia nel locale dove sta per avvenire un’irruzione della polizia. Attraverso salti temporali che ci portano dal passato al presente ripercorriamo i momenti cruciali che definiscono il rapporto tra Elias e il suo cane. Il cortometraggio racconta la storia di un’amicizia che si sviluppa in un contesto difficile e per questo si trasforma in un legame indissolubile che resiste al tempo e alle circostanze. Lo sviluppo narrativo ha l’obiettivo di portare alla luce i meccanismi di unione e conflitto che si instaurano nelle nostre vite e che, a distanza di tempo, riemergono con tutta la loro forza e intensità

Aspromonte – La terra degli ultimi è ambientato ad Africo, un paesino arroccato nell’Aspromonte calabrese, negli anni ’50, dove una donna muore di parto perché il dottore non riesce ad arrivare in tempo perché non esiste una strada di collegamento. Gli uomini, esasperati dallo stato di abbandono, vanno a protestare dal prefetto. Ottengono la promessa di un medico, ma nel frattempo, capeggiati da Peppe, decidono di unirsi e costruire loro stessi una strada. Tutti, compresi i bambini, abbandonano le occupazioni abituali per realizzare l’opera. Dichiara il regista Mimmo Calopresti: «Il Sud è da sempre luogo geografico e luogo dell’anima. Inferno e paradiso, cronaca e favola. Così è questo film. Africo è in Europa, e ci ricorda cosa, solo un secolo fa, poteva essere la nostra terra, ma in quanto Sud assomiglia nei suoi sogni e nelle sue sconfitte, più che al nostro continente, a tutti i luoghi ai margini del mondo. Ancora vivi, ancora presenti, ancora disperatamente alla ricerca di un futuro, alle porte dell’Europa.» Aspromonte – La terra degli ultimi diretto da Mimmo Calopresti vede nel cast Valeria Bruni Tedeschi, Marcello Fonte, Francesco Colella, Marco Leonardi e con Sergio Rubini. È una produzione IIF – Italian International Film – società di Lucisano Media Group – con Rai Cinema, prodotto da Fulvio e Federica Lucisano, con il contributo di Regione Calabria e Calabria Film Commission; scritto da Mimmo Calopresti con Monica Zapelli, già autrice de I cento passi, con la collaborazione di Fulvio Lucisano, tratto dall’opera letteraria di Pietro Criaco Via dall’Aspromonte (Rubbettino Editore). Il film è distribuito da IIF – Italian International Film dal 21 novembre.

  • ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Iscriviti alla nostra Newsletter

Film di oggi: 14/08/20

In programmazione

Prossimamente

Presto in sala